Informazioni in italiano PDF Drucken E-Mail
von Christian Wagnsonner   
Dienstag, 10. März 2009

Istituto per la religione e la pace

Direttore

MilSuperior MMag. Stefan Gugerel
Diese E-Mail Adresse ist gegen Spam Bots geschützt, Sie müssen Javascript aktivieren, damit Sie es sehen können

Amministrazione

Sophie Ligmann, VB
Diese E-Mail Adresse ist gegen Spam Bots geschützt, Sie müssen Javascript aktivieren, damit Sie es sehen können
Tel: +43/50201 1068040

email: Diese E-Mail Adresse ist gegen Spam Bots geschützt, Sie müssen Javascript aktivieren, damit Sie es sehen können


Attualmente molte persone si chiedono come sarà possibile realizzare ed assicurare una maggior quantità di pace e giustizia nel nostro mondo. Dalla fine della guerra fredda ci troviamo di fronte a sfide nuove e spesso molto inquietanti. Risulta sempre più chiaro che possiamo affrontare le attuali minacce per la pace (conflitti etnici, criminalità organizzata, terrorismo) solo tramite una cooperazione internazionale e solidale – a livello politico, economico, sociale, culturale e anche religioso – e impegnandoci a favore di condizioni di vita più giuste per tutti gli uomini.

Anche l'Austria non può sottrarsi a queste domande. Già oggi il nostro Paese partecipa – nel quadro dell'ONU e di altre organizzazioni internazionali, ma soprattutto quale membro dell'UE – all'impegno solidale per la pace, anche a livello militare.

Il Concilio vaticano II precisa la responsabilità del soldato per la pace nel mondo: „Coloro poi che al servizio della patria esercitano la loro professione nelle file dell'esercito, si considerino anch'essi come servitori della sicurezza e della libertà dei loro popoli; se rettamente adempiono il loro dovere, concorrono anch'essi veramente alla stabilità della pace" (Gaudium et spes, 79).

I nuovi compiti derivanti dal servizio per la sicurezza e la pace richiedono la riscoperta dei valori e delle norme basilari cui i soldati al servizio di uno stato di diritto e democratico sono obbligati – sia dal diritto internazionale che dal loro stesso ideale.

 


L'Istituto

L'Istituto per la religione e la pace è un'istituzione dell'ordinariato militare della Repubblica d'Austria. È stato fondato nel 1997 dal vescovo militare dott. Christian Werner per promuovere un approccio scientifico e basato sulla dottrina sociale della Chiesa ai mutamenti in atto nell'ambito della politica di sicurezza.




Compiti dell'Istituto
  • Scienza
  • Formazione
    • contribuire alla formazione etica dei quadri dell'Esercito federale austriaco
    • pubblicazione di saggi introduttivi e materiali vari
    • formazione permanente e relazioni pubbliche
  • Documentazione
    • banca dati „Documenti sulla pace e sulla sicurezza"
  • Cooperazione
    • con istituti scientifici, ecclesiastici e sociali
    • ecumenica e interreligiosa
  • Consulenza
    • consigliare il vescovo militare e i cappellani
Convegno

Ogni anno l'Istituto organizza un convegno internazionale di 2 a 3 giorni con relazioni e interventi su un determinato tema inerente alla cura spirituale dei militari e all'etica del soldato. A questo proposito va sottolineata la preziosa cooperazione con gli ordinariati militari neofondati o in via di sviluppo nei nostri paesi vicini che in futuro sarà ulteriormente estesa ed intensificata.

Ethica e internet

I due media d'informazione più importanti dell'Istituto sono la rivista Ethica e il sito web http://www.irf.ac.at. Sulla rivista Ethica si pubblicano la documentazione del convegno annuale, il Messaggio papale per la giornata mondiale della pace con relativi commenti, come pure contributi scientifici e documenti ecclesiastici su un tema d'attualità. Sul sito internet si possono trovare testi dei collaboratori dell'Istituto, materiali didattici e presentazioni, links utili e un'ampia raccolta di documenti ecclesiastici.

Documenti sulla pace e sulla sicurezza

Nel frattempo la raccolta "Documenti sulla pace e sulla sicurezza" comprende più di 1900 prese di posizione riguardanti le tematiche dell'etica della pace, dell'etica del soldato, degli interventi militari e dell'ordine internazionale della pace, pubblicate dalle varie chiese cristiane successivamente al 1989. Il sito internet dell'Istituto offre la possibilità di accedere alla versione completa dei documenti. Varie possibilità di ricerca – per argomento, istituzione, autore, titolo o in forma di ricerca libera all'interno del testo – facilitano il reperimento delle fonti desiderate. Dal 2005 il sito offre anche un menu in inglese.